Rift Safari
In viaggio lungo la Rift:
Arusha National Park

indietro
   

Mappa dell'Arusha National Park


Il Parco di Arusha è situato a metà strada circa tra la città di Arusha e l'aeroporto del Kilimanjaro ed è raggiungibile da entrambi i punti in circa 40 minuti. Nonostante la sua bellezza, è poco visitato e conosciuto, perché ecclissato da parchi o montagne ben più grandi come il Serengeti, Ngorongoro ed il Kilimanjaro.
Il parco è dominato dalla seconda cima-vulcano più alta del  paese e la quinta in Africa: il Monte Meru [4566 mt.].
Il Meru è un vulcano ancora attivo, famoso per le sue perfette forme se viste da Arusha ma anche per le sue leggendarie eruzioni vulcaniche che circa 250.000 anni fa spazzarono via tutto il versante orientale della montagna scagliando massi e lava fino a 70 km di distanza e dando origine ai 7 piccoli laghi Momela che con le loro acque basse e alcaline, ricche di alghe, sono l’habitat ideale per fenicotteri, pellicani, anatre e varie specie migratorie.
Fino ad ora sono state registrate nel parco oltre 650 specie di uccelli.

L'esperienza più bella che si può fare qui ed in nessun altro parco della Tanzania del nord è il safari in canoa nel piccolo lago Momela. La pace è assoluta e l'unico suono, oltre al richiamo degli uccelli acquatici è quello del vento leggero. In una giornata limpida l'orizzonte si apre sulla cima innevata del Kilimanjaro mentre sull'altro lato domina il Monte Meru.

I laghi Momela, Arusha National Park


Frequenti nelle aree circostanti i laghi gli avvistamenti di bushbuck, antilopi d'acqua e dik dik, zebre, bufali e giraffe. Arusha National Park è rinomato per ospitare la più grande popolazione di giraffe di tutto il mondo che sono qui relativamente abituate ai veicoli e si lasciano avvicinare ed osservare. La loro grazia è tale che si vorrebbe rimanere per ore.

Giraffe


I laghi Momela sono circondati da una rigogliosa foresta pluviale che ospita le bellissime scimmie Colobus dal pelo bianco e nero avvistabili con più facilità al mattino ed alla sera mentre si muovono sui rami più alti degli alberi. Arusha National Park è con ogni probabilità l'unico parco del nord in cui riuscirete a vederle.
Tra gli altri animali della foresta troviamo le scimmie blu, i babbuini tra cui qualche esemplare albino, i bufali, alcuni elefanti [seppure tendano a frequentare maggiormente i pendii più alti del Monte Meru], i leopardi anche particolarmente elusivi e le iene maculate.

Subito dopo il gate di accesso si attraversa un'area nota come il piccolo Serengeti che racchiude in poco spazio i diversi habitat del grande parco. Si avvistano qui regolarmente mandrie di bufali, giraffe, mandrie di zebre e famiglie di facoceri.

Proseguendo oltre e girando a destra si raggiunge il cratere di Ngurdoto, una caldera ampia 3 Km e profonda 400 mt. che come Ngorongoro è diventata col tempo una riserva dentro la riserva: ospita bufali, a volte elefanti, babbuini e facoceri. Per proteggere questo piccolo paradiso, sono stati predisposti dei punti panoramici sull’orlo del cratere ma ai visitatori non è consentito l’accesso all’interno dello stesso.

Scimmie Colobus bianche e nere, Arusha National Park


Safari a piedi: spostandosi sul versante orientale del parco ai piedi del Monte Meru si incontra un enorme ficus ad arco sotto il quale possono transitare i veicoli. Il ficus può essere raggiunto in 4x4 oppure anche a piedi, con una lunga camminata nel parco, accompagnati da un ranger armato. Si attraversa dapprima un pò di savana normalmente frequentata da bufali e giraffe, si prosegue girando attorno ad una collina dove si trovano delle piccole cascate e poi si sale per poter ammirare il paesaggio dall'alto. Infine si scende verso la foresta dove si trova il grande albero. L'escursione richiederà circa 3 - 4 ore. E' possibile se lo desiderate organizzare anche camminate più brevi.

Il grande ficus, Arusha national park


METEO ARUSHA



Il tempo ad Arusha tende ad essere molto variabile ed influenzato dal microclima della foresta del Monte Meru.

Gennaio, Febbraio, Marzo: tendono ad essere meno piovosi rispetto ai mesi che li precedono e che li seguono. Il rischio di piogge aumenta a partire dalla metà di Marzo. Le ore di sole restano su livelli elevati ed il cielo è generalmente limpido.

Aprile: è il mese più piovoso dell'anno con rischio di forti acquazzoni. Le ore di sole restano ai livelli massimi per Arusha ed il cielo è generalmente limpido.

Maggio: il rischio di piogge dalla metà del mese si riduce notevolemente ma il cielo potrebbe essere rannuvolato. Le ore di sole sono 6 su 12 di luce. Le temperature iniziano a scendere.

Giugno, Luglio, Agosto: il rischio di piogge in questi mesi è ai livelli più bassi dell'anno. Il cielo tende essere coperto in mattinata ed a rischiarare verso mezzogiorno. Le ore di sole sono 6 su 12 ore di luce. Le temperature sono scese ai minimi.

Settembre, Ottobre: il rischio di piogge resta basso, le ore di sole salgono ai massimi annuali.
Il cielo si fa via via più limpido.
Le temperature aumentano.

Novembre e Dicembre: a Novembre hanno normalmente inizio le piccole piogge. Con l'arrivo delle piogge il cielo tende ad essere ancora più limpido.

NOTA: i grafici a fianco rappresentano la media statistica dei giorni di pioggia in un determinato mese e delle ore di sole in un giorno per Arusha. Come nel resto del mondo anche in Tanzania il clima sta cambiando. I grafici ed i relativi commenti devono essere presi come riferimenti guida ma privi di valore assoluto.